ABBRACCIAMI

Arriva in Italia un nuovo albo di una delle coppie più amate della letteratura per l’infanzia.

Dopo la pipistrella Gisella, il topino Nicola, la mucca Paolona e il compleanno di Boa, questa volta Jeanne Willis e l’illustratore Tony Ross ci fanno conoscere la lumaca Simone.

Fin dalle prime pagine è impossibile non provare simpatia per lui, desideroso più che mai di un abbraccio da parte della sua mamma che, ahimè, sembra invece ignorare le sue richieste di affetto.

Il senso di rifiuto e abbondono scoraggiano il piccolo Simone che, tuttavia, come nelle altre precedenti storie degli autori, riceve il soccorso e il sostegno degli amici.

Ognuno, come spesso succede, dice la sua sul motivo per cui la lumaca sarebbe ignorata dalla mamma e avanza consigli e suggerimenti sul come rendersi più appetibile e attraente ai suoi occhi.
E qui comincia il bello perché le proposte degli animali di turno assumono tratti sempre più assurdi e paradossali in un crescendo di divertimento e ironia.

Quando finalmente la lumaca si presenta dalla sua mamma appare completamente trasformata al punto che il genitore fatica a riconoscerla. Salvo poi sdrammatizzare ricoprendo il suo piccolo di baci (che a una lumaca riescono meglio di un abbraccio) e ricordandoci che chi ci ama, lo fa per ciò che siamo, senza bisogno di sentirsi o apparire diversi.

Se ti piacciono le lumache, puoi anche leggere “Il Cavaliere Panciaterra” di Gilles Bachelet, Il Castoro edizioni.

Una storia simile a quella di Simone, la puoi trovare anche nel racconto di “Leo e Albertina” di Christine Davenier, edito da Babalibri

“Abbracciami”
Jeanne Willis e Tony Ross
Il Castoro 2016
Euro 13,50

Età di lettura: dai 4 anni