apple e rain

Lo ammetto. Sento un lieve imbarazzo quando consiglio a un adulto un libro per adolescenti.
Prendiamo il caso di “Apple e Rain” di Sarah Crossan (La Feltrinelli).
Ecco, se dovessi in due parole riassumere la trama, racconterei che è la storia di una ragazzina 13enne abbandonata dalla mamma quando era una bambina, cresciuta dalla nonna, timida e introversa, con un padre quasi del tutto assente e una disperata voglia di ristabilire un legame materno.

Non facile, vero?
Il problema è che troppo spesso gli adulti vorrebbero proteggere i ragazzi, cercano storie rassicuranti e confortanti, quando invece un adolescente è alla spasmodica ricerca di vicende e vissuti dalle tinte forti, nelle quali possa ritrovare i suoi stessi timori e seguire le vicende dei protagonisti in modo empatico.

Apple, per esempio, è una ragazzina di cui si innamora subito. La vita non è stata leggere per lei, con quelle domande che restano sospese (Perché mamma se ne è andata? Ero io a pesarle), e una presenza affettuosa ma al tempo stesso ingombrante come quella della nonna.
Sta crescendo Apple, c’è il ragazzo più grande della scuola che le piace, un’amica del cuore che viene risucchiata dalla ragazza più popolare e lei a cui sembra di restare indietro. Perché la nonna la viene ancora a prendere tutti i giorni a scuola, perché non può uscire da sola come fanno i suoi coetanei, perché le manca un pezzo … quel pezzo così importante nella vita di una persona come può essere la madre.

E lei torna, compare all’improvviso con la sua ventata di freschezza e la promessa di esserci per sempre.
Parole che suonano magiche nelle orecchie della giovane Apple che decide di lasciare la casa della nonna e stare con lei.
Solo che non tutte le novità sono piacevoli. La protagonista scopre, infatti, che nel nuovo nido c’è anche Rain, la sua sorellastra, una bambina schiva che passa le sue giornate a prendersi cura di una bambola come se fosse la sua bambina.

E’ una situazione a cui Apple prova ad abituarsi giorno per giorno, nonostante il castello di sogni sulla madre si sgretoli in fretta.
La donna le lascia spesso sole per presunti impegni di lavoro ed Apple si trova costretta a disertare la scuola per stare dietro alla sorella.
Rinuncia così alle sue amate lezioni d’inglese dove un insegnante più appassionato di altri fa innamorare i suoi studenti alla poesia, invitandoli a scrivere nei compiti a casa.

Scrivere per Apple diventa una via di fuga. Lo fa in modo naturale, mette nero su bianco le sue paure e le sue delusioni.
Il carico di responsabilità sulla ragazza comincia a essere insostenibile e quando la madre tarda a tornare e la sorellina improvvisamente sparisce, ecco scopre di aver bisogno di aiuto.
Ci saranno allora un vicino di casa suo coetaneo, strampalato ma l’unico a vederla per davvero com’è, e l’immancabile nonna a farle da supporto.

La storia di Apple e Rain è quella di un rapporto che si costruisce piano piano e che conquista il lettore.
Ed è anche il racconto di come i talenti sopiti presto o tardi prendano voce e sostanza.

Per farti spiccare il volo!

APPLE E RAIN

SARAH CROSSAN

LA FELTRINELLI 2016

14 EURO