nihao-jimmy-liao

Incanto. Non credo esista parola migliore per descrivere la sensazione provata dalla sottoscritta e dai partecipanti al laboratorio che sabato 10 settembre si è tenuto da Bufò. A condurlo è stata Silvia Torchio, traduttrice dei libri dell’autore taiwanese Jimmy Liao e pubblicati in Italia dalle Edizioni Gruppo Abele.

Un gruppetto di bambini curiosi si è lasciato guidare dalle parole e dalle immagini di Silvia che, in modo semplice e al tempo stesso delicato, ci ha guidato nel fascino della lingua cinese e del suo modo così unico di comunicare attraverso associazioni di immagini.

lab-jimmy-liao

Abbiamo così scoperto che la parola “bene” contiene gli ideogramma di una madre e del suo bambino e che l’autunno è la stagione in cui si bruciano i cereali e, per tale motivo, quest’ultima parola insieme a quella di fuoco si uniscono per descrivere questa stagione.

ideogrammi cinesi

Ad accompagnare questo viaggio c’erano i libri di Jimmy che Silvia e i bambini hanno sfogliato a lungo e con attenzione, la stessa che i piccoli hanno messo nel riprodurre sul loro foglio di carta gli ideogrammi di cui, passo passo, scoprivano il significato.
Avete capito bene, i bambini hanno scritto in cinese e con un entusiasmo che ci ha contagiato e ha lasciato senza parole i genitori.

laboratorio-cinese-per-bambini

Io che osservavo da fuori tra un cliente e l’altro mi sono fermata a pensare che questo è proprio un bel modo per entrare in contatto con chi è diverso da noi. Cercare di cogliere il modo con cui si impegna a comunicare è un’operazione non sempre facile e la naturalezza con cui i bambini lo hanno fatto ha molto da insegnare.
Grazie a Silvia per questa bella opportunità!